CARBOSSITERAPIA 2017-11-17T14:28:08+00:00

Project Description

CARBOSSITERAPIA

Per carbossiterapia si intende l’impiego a scopo terapeutico dell’anidride carbonica somministrata allo stato gassoso per via sottocutanea.
La carbossiterapia è un trattamento che trae origine nell’ambito della medicina termale, dove l’anidride carbonica veniva impiegata sin dall’inizio del secolo scorso per curare i disturbi legati a una cattiva vascolarizzazione dei tessuti. Da circa venti anni viene utilizzata per uso medicale anche nel trattamento di adiposità localizzata, cellulite e perdita di tonicità della cute.
Sfrutta l’effetto vasodilatatore dell’anidride carbonica a livello dei piccoli vasi .
Questo trattamento agisce sul grasso, riattivando il metabolismo cellulare e gli enzimi capaci di sciogliere e riassorbire i grassi ed agisce anche sulla circolazione sanguigna – aumentando la velocità del flusso e l’apertura dei capillari – che ossigena meglio i tessuti e permette un più facile smaltimento di scorie e gonfiori. Sulla cute, aumentando il flusso sanguigno e l’ossigenazione dei tessuti porta ad un a miglioramento dell’aspetto della pelle che va mantenuta luminosa e tonica, migliorando anche inestetismi quali smagliature e cicatrici.
Meccanismo d’azione
L’anidride carbonica iniettata sottocute con un ago molto sottile, assolutamente indolore, determina vasodilatazione, aumentando di conseguenza la velocità del flusso sanguigno e produce un effetto lipolitico (scioglie i grassi).

Gli antiestetici pannicoli adiposi (effetto “buccia d’arancia”) sono dati dall’alterazione del microcircolo, cioè la rete di piccoli vasi arteriosi, venosi e linfatici che attraversano il tessuto sottocutaneo. Se funzionano male, i tessuti ne soffrono e le scorie si accumulano dando luogo a formazione di gonfiori, noduli, buccia d’arancia.

Come agisce l’anidride carbonica?
Quindi l’anidride carbonica iniettata localmente, provoca da un lato vasodilatazione facendo scorrere di nuovo il sangue nei capillari che si erano gradualmente chiusi, dall’altra aumenta il drenaggio veno-linfatico e a rottura delle cellule adipose rimaneggiando il grasso in eccesso.

Il risultato è che il sangue scorre più velocemente, i tessuti ricevono più ossigeno, le tossine vengono smaltite e il gonfiore si riduce.

Tossicità, effetti collaterali e controindicazioni
Non esiste alcuna tossicità.

La CO2 è un normale metabolica cellulare e possiamo quindi definirlo un farmaco naturale.
Gli effetti collaterali sono minimi, talvolta sensazione di arto pesante e lieve crepitio sottocutaneo; l’intensità di tali effetti collaterali è estremamente ridotta nei protocolli di terapia per la cellulite.

L’impiego del dispositivo CDT Evolution, apparecchio di ultima generazione, permette di erogare anidride carbonica controllando elettronicamente purezza, quantità e flusso di gas.
La nuova apparecchiatura medicale per carbossiterapia ha programmi personalizzati e standardizzabili che grazie all’attivazione della CO2 garantisce un sistema terapeutico indolore.
Studi clinici ne hanno confermato l’effetto lipolitico, l’azione vasodilatatoria sul microcircolo, l’azione positiva sull’elasticità cutanea e sulla riduzione delle irregolarità cutanee causate dall’accumulo adiposo.

E’ un valido complemento alla lipoaspirazione e in alcune patologie cliniche.

Campi di applicazione:

• acrocianosi
• m. di Raynaud
• ulcere miste e diabetiche
• varici
• andrologia
• medicina estetica
• cellulite
• pre e post-liposuzione
• alterazioni adipose
• esiti cicatriziali datati
• linfedema
• psoriasi
• strie cutanee
• elasticità cutanea
• medicina sportiva

Un ciclo di carbossiterapia consiste in un numero variabile di sedute, secondo l’indicazione terapeutica, circa 6/10 trattamenti. Ogni seduta dura circa 15 minuti.
Il numero di sedute e la scelta della sede e flusso terapeutico variano in base alla patologia da trattare.

I cicli terapeutici possono essere ripetuti più volte all’anno.

BIOSTIMOLAZIONE VISO

BIOSTIMOLAZIONE I LIVELLO

TRATTAMENTO: 1 seduta ogni settimana per 4 settimane

MANTENIMENTO: 2 richiami dopo 4 settimane

CONSIGLIATO : 2 / 3 cicli all’anno

BIOSTIMOLAZIONE II LIVELLO

CON AC.IALURONICO + A.A
CARBOSSITERAPIA

TRATTAMENTO: 1 seduta ogni 28 giorni – 3 sessioni

MANTENIMENTO: ogni 4 mesi

CONSIGLIATO : 2 cicli /anno

BIOSTIMOLAZIONE III LIVELLO

CON AC.IALURONICO + POLINUCLEOTIDI
CARBOSSITERAPIA

TRATTAMENTO: 1 seduta ogni 28 giorni

3 sessioni

MANTENIMENTO: ogni 4 mesi

CONSIGLIATO : 2 cicli /anno

  ROSALBA GALLETTI

  • Dirigente Medico SC Dietetica e Nutrizione Clinica
  • Responsabile Nutrizione Enterale Domiciliare Ospedale S.Giovanni Battista di Torino
  • Tel. 011/ 6336491

Prendi un appuntamento